venerdì 28 ottobre 2016

"Dreamology" di Lucy Keating

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata a "Dreamology" di Lucy Keating, edito da Newton Compton (rilegato a 9,90€):
Per quanto Alice può riuscire a ricordare, Max è sempre stato parte integrante dei suoi sogni. Insieme hanno girato il mondo, vissuto esperienze straordinarie e si sono innamorati alla follia. Max è il ragazzo perfetto… Peccato che non sia reale. Perché Max non esiste. O almeno, così ha sempre pensato Alice. Fin quando entra nella sua nuova classe, il primo giorno di scuola, e… non riesce a credere ai suoi occhi: il suo Max è lì, davanti a lei, in carne e ossa. Ben presto però dovrà fare i conti col fatto che il Max reale è molto diverso dal Max dei sogni. Il Max reale è testardo e problematico, ha una vita complicata e intensa, di cui Alice non fa parte, nonché una ragazza, Celeste. Anche il loro incontro e il loro rapporto non sono così perfetti come lei aveva sperato. Quando si è vissuto un amore da sogno, ci si potrà mai accontentare della realtà?

Un dolce romanzo YA che tratta di sogni e di primo amore in chiave inedita.
Alice sogna Max sin da quando ha memoria, e se da un lato si rende conto di quanto sia strano avere un vero e proprio personaggio ricorrente nei suoi sogni, dall'altro questo le dà molta sicurezza.
Fino a quando non cambia scuola in seguito a un trasferimento... e scopre che Max è una persona reale.
È un ragazzo vero, che frequenta la sua scuola e sembra non sapere chi sia lei.
Ma sarà veramente così?

Ero curiosissima di leggere il romanzo di Lucy Keating, visto l'hype generato online, e devo ammettere che l'ho trovato molto dolce.
Il personaggio di Alice è tenero, quello di Max è interessante, e la spiegazione che viene data dello strano fenomeno per il quale i due ragazzi si sognano da una vita è decisamente bizzarra ma in qualche modo funziona.
Nonostante questo però non credo si sia rivelato all'altezza delle acclamazioni alla meraviglia che avevo letto nelle settimane precedenti alla lettura, e per un motivo.
Ovvero il fatto che l'idea di base era una bomba, e che mi è sembrato che a un certo punto l'autrice si sia un po' ingarbugliata nella sua stessa trama.
Però va da sè che è un romanzo per ragazzi più giovani di me, ai quali forse sembrerà meno ingenuo e più coinvolgente, e se sarà così sarà perchè la storia di Alice e Max è, a tutti gli effetti, una bellissima e insolita storia d'amore.

Cosa mi è piaciuto?
Sicuramente il curioso rapporto di Alice con i genitori, così diversi l'uno dall'altra, rapporto quasi agli antipodi rispetto a quello che invece ha Max con i suoi genitori.
Mi è piaciuta moltissimo l'imprevedibilità che ha caratterizzato buona parte del romanzo, e mi è piaciuto Max perchè l'ho trovato un eprsonaggio davvero ben tratteggiato con tutte le sue insicurezze e le sue imperfezioni. Molto, molto "vero".
La stessa premessa, il fatto che il ragazzo dei sogni esista davvero, è in fondo il sogno di tutte noi.
Altrettanto accattivante è che Max si riveli molto diverso dal Max dei sogni di Alice, e questo per un motivo: nella realtà non esiste perfezione.
Mi è piaciuto che la loro fosse una storia dolce, appassionante e tenerissima, perchè a tutti serve una lettura così una volta ogni tanto, e sono sicura che l'autrice scriverà qualcosa di altrettanto accattivante in futuro perchè questo resta un esordio davvero interessante.
Partecipate anche voi al nostro Review Party leggendo le recensioni che troverete sui nostri blog.
E non dimenticate che ad ogni post è abbinata una card con una citazione tratta dal libro che potrete scaricare, una per ogni blog. Cercatele e stampatele tutte!
Trovate la mia qui, con una citazione dal romanzo che mi è particolarmente piaciuta, e qui quelle degli altri partecipanti:



Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

giovedì 27 ottobre 2016

Anteprima: "Il sentiero del bosco incantato" di Rosamund Hodge

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchier alibrosa di oggi è dedicata all'anteprima di "Il sentiero del bosco incantato" di Rosamund Hodge, edito da Newton Compton (rilegato a 9,90€) in uscita il 3 Novembre:
All’età di quindici anni, Rachelle era la migliore allieva di sua zia: aveva appreso le arti magiche e proteggeva il villaggio dalla magia nera. Ma la sua natura impavida la portò ad abbandonare il sentiero sicuro e a inoltrarsi nel bosco, per poter liberare una volta per tutte il suo mondo dalla minaccia dell’oscurità eterna. L’incontro proibito non diede i risultati sperati, e Rachelle fu costretta a fare una scelta terribile che la legò a quello stesso Male che aveva sperato di sconfiggere. Tre anni più tardi, Rachelle ha messo la sua vita al servizio del Regno, combattendo creature mortali nel vano tentativo di espiare la propria colpa. Quando il re le ordina di proteggere il figlio Armand, l’uomo che lei odia con tutta l’anima, Rachelle riesce a farsi aiutare proprio da lui a trovare la spada leggendaria che potrebbe salvarli. Insieme, i due compiranno un viaggio pericoloso attraverso l’opulenza e le insidie delle élite di corte, dove non possono fidarsi di nessuno. Inaspettatamente alleati, Rachelle e Armand scopriranno l’esistenza di pericolosi, giganteschi complotti e magia occulta… e un amore che potrebbe essere la loro rovina. All’interno di un palazzo maestoso costruito su ricchezze incredibili e segreti pericolosi, riuscirà Rachelle a fermare l’arrivo di una notte senza fine?

Mi è piaciuto moltissimo "Bellezza crudele", il libro precedente dell'autrice, e sono molto felice che arrivi anche questo suo lavoro.
Se non avete letto "Bellezza crudele" e siete curiosi, trovate la mia recensione qui ;)

Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

"Rinascita" di Sophie Jomain [BlogTour]

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata a "Rinascita" di Sophie Jomain, edito da Lain YA (brossurato a 15€):
A St Andrews, città universitaria sulla costa scozzese, la vita di Hannah non è più la stessa. Per cominciare, non è più un essere umano. Dopo essere stata morsa a tradimento da un angelo nero, il suo corpo ha abbandonato la natura mortale per assumere le sembianze di una creatura magnifica discendente dalle leggende più arcane: un vampiro incantevole dotato di ali imponenti, forza straordinaria e vita eterna, nemico giurato dei lupi mannari, fra cui l’anima gemella di Hannah, Leith. 
Divisi, ora più che mai, da leggi antiche che gli impediscono di stare insieme, i due innamorati dovranno combattere prima di tutto contro il loro stesso istinto che li vorrebbe avversari. 
Ma forse, con l’aiuto dell’angelo nero Darius, trovare un modo per permettere ad Hannah di tornare umana e di riunirsi al suo amore proibito è possibile, anche se tremendamente pericoloso. 
Con "Rinascita", terzo capitolo della saga "Le stelle di Noss Head", Sophie Jomain pone i suoi personaggi davanti a una serie di scelte difficili: i protagonisti verranno trascinati in un’avventura ricca di suspense e combattimenti mozzafiato.

Sono molto felice di partecipare al blogtour di questo terzo capitolo della storia di Hannah e Leith, e e insieme ad altri quattro blog vi propongo oggi proprio la recensione del romanzo, che ho potuto leggere in treno appassionandomi moltissimo.
Ragazzi, che bella questa serie.
Devo per forza esordire così perchè ogni volta che apro un libro di Sophie Jomain mi innamoro.
Mi innamoro di Leith, di Darius, dell'ambientazione.
Ora poi ho il cuore traboccante d'amore e tenerezza anche verso i personaggi più dolci della serie, i fratelli minori di Darius che avevamo avuto modo di conoscere nel volume precedente.
Sono ADORABILI.

Ma andiamo con ordine!
Avevamo lasciato Hannah nascosta a casa di Darius e trasformata in un vampiro, e ciò aveva spezzato il cuore di Leith che, incapace di sopportare la vista della sua amata mutata in mostro, era scappato.
Lo ritroviamo nel bosco, nella sua forma animale, nascosto dal branco e dalla civiltà, ma dal dolore per la perdita di Hannah non può nascondersi.
Non quando la ragazza sta lottando con tutta se stessa per imparare a vivere nel suo nuovo corpo, senza essere pericolosa per le persone che ama.
Le amiche, la sua famiglia, i suoi compagni di scuola: ognuno di loro le fa venire sete, e questo le crea non pochi problemi.
Per fortuna accanto a lei c'è Darius, che diventa il suo protettore e sì, anche la sua famiglia: le insegna a nutrirsi, a cacciare, a volare, a nuotare.
Lui e i suoi dolcissimi fratellini (ve lo giuro, sono una delle cose più belle del romanzo) si affezionano molto a lei, e lei a loro.
Ma il cuore di Hannah è e sarà sempre di Leith, su questo non ci sono dubbi di sorta, e Darius soffre ancora per la perdita di Julia, il suo amore impossibile.

Potremmo riassumere buona parte di questo romanzo con un #DariusMonAmour, perchè a tutti, e sottolineo a tutti, servirebbe un Darius nella vita.
Credo che, insieme a Grigore (new entry, e tenetelo d'occhio perchè è un personaggio MOLTO interessante: non posso dire di più senza fare spoiler) sia la vera anima di questo libro.
Il personaggio di Leith è bello, sì, ma più limitato: con Darius l'autrice ha fatto decisamente un passo in più, ed il suo carattere forgiato dal dolore, dal senso di colpa, dalla rabbia e dal desiderio di proteggere chi ama vi farà semplicemente impazzire.

Questo terzo volume della serie "Le stelle di Noss Head" mi è particolarmente piaciuto perchè mi ha tenuta sul bordo della poltrona per tutto il tempo: Hannah sarebbe davvero stata condannata ad essere un angelo nero?
E come mai nonostante si sia trasformata ha conservato così tanto della sua umanità, stupendo ogni angelo nero e licantropo attorno a lei?
Era davvero la fine, per lei e Leith?
Ho aspettato "Rinascita" molto più di quanto avessi aspettato "Rivalità", e l'ho divorato in poche ore perchè Sophie Jomain ha una prosa talmente scorrevole e pulita che va giù che è un piacere.
Ricorda molto "Twilight", questo è innegabile, e del resto è stata proprio quella serie a ispirare l'autrice quindi tutto quadra: ai fan della Meyer piacerà da matti, ma chi non avesse invece amato la storia di Edward e Bella dovrebbe comunque dare una chance a Leith ed Hannah perchè non potete perdervi la Scozia, con il suo verde e il suo mare, con le sue leggende e la sua magia.
Ho sempre considerato l'ambientazione un punto di forza della serie, e continuo a pensarla così.
Consigliatissimo ai fan del Teen Paranormal Romance, che in questa serie troveranno tutto ciò che piace loro in un romanzo: creature fantastiche, leggende, magia, amore.
E soprattutto tante, tantissime emozioni.

Ma non finisce qui!
Non perdete le altre cosine che abbiamo pensato per voi, seguendo il nostro calendario:
Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

mercoledì 26 ottobre 2016

Anteprima: "Il colore della gioia" di Diana Rosie

Buon pomeriggio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata all'anteprima di "Il colore della gioia" di Diana Rosie, edito Nord (rilegato a 16,90€) in uscita il 27 Ottobre:
Alberto ricorda ben poco del suo passato, non sa nemmeno quando è nato. Quando suo nipote Tino scopre che nonno Alberto ha «perso» il compleanno, con l'innocenza tipica dei bambini gli propone di andare a cercarlo.
E così, partendo dall'orfanotrofio in cui Alberto ha trascorso l’infanzia, nonno e nipote intraprendono un viaggio attraverso una Spagna che profuma di nostalgia e di brandy, di sole e di occasioni perdute. A poco a poco, Alberto si renderà conto che i ricordi sono come fiori: crescono e sbocciano anche quando meno te lo aspetti, riempiendo la nostra esistenza dei colori della gioia.
"Il colore della gioia" è un inno alla memoria e alla speranza nel futuro; perché solo se sappiamo da dove veniamo scopriremo chi siamo veramente e accoglieremo con slancio le sorprese che la vita ha da offrire.

Se ci sono bambini e nonni io sono già lì, per non dire poi che siamo in Spagna a scaldarci al sole...
Questo romanzo sembra molto dolce e pieno di poesia quindi era davvero impossibile non segnalarvelo ;)

Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

Anteprima: "Shadowshaper. Ombre" di Daniel José Older

Buon pomeriggio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata all'anteprima di "Shadowshaper. Ombre" di Daniel José Older, edito Fanucci (rilegato a 14,90€/ebook a 4,99€) in uscita il 27 Ottobre:
La scuola è appena finita a New York e Sierra Santiago, un’adolescente portoricana, si prepara a trascorrere l’estate divertendosi con i suoi amici e lavorando al murale che sta dipingendo. Ma i suoi piani saltano quando i murales di Brooklyn iniziano a trasformarsi: i colori sbiadiscono, i volti piangono e cambiano espressione. Suo nonno Lázaro poi, duramente colpito da un ictus, riacquista lucidità solo per
qualche minuto per lanciarle un avvertimento: Sierra è in pericolo, deve trovare un ragazzo di nome Robbie e insieme devono finire il suo murale al più presto. Be’, New York sarà anche una città caotica, ma è chiaro che sta accadendo qualcosa d’incomprensibile... Sempre più confusa, Sierra riesce a rintracciare il misterioso ragazzo e con il suo aiuto verrà a conoscenza di un importante segreto: lei è una plasmaombre, ovvero possiede il potere di veicolare gli spiriti degli antenati attraverso l’arte. Sfortunatamente, però, sembra che qualcuno sia sulle sue tracce, qualcuno disposto a tutto pur di sottrarle quel dono... Con l’aiuto di Robbie e dei suoi amici, Sierra dovrà imparare in fretta a manipolare l’arte magica in suo possesso, prima di perdere tutto ciò che ama.

Eletto Miglior Young Adult 2015 da Kirkus Review, e finalista ai premi Locus, Nebula, Kirkus e Cybils.
Come non leggerlo con una trama così avvincente e una simile premessa?!
Io non vedo l'ora di scoprirlo, e voi?

Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

"Trevor" di James Lecesne

Buon pomeriggio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata a "Trevor" di James Lecesne, edito da Rizzoli (rilegato a 11€):
Trevor tredici anni, è un inguaribile ottimista, uno spirito effervescente ed entusiasta, un artista in erba che con la sua vita sogna di cambiare il mondo, proprio come Lady Gaga. A scuola, però, le sue passioni iniziano ad attirargli battutine e insulti, che nella sua limpida ingenuità Trevor non capisce, e così facendo contribuisce a rinfocolare. Abbandonato dagli amici, frainteso dal mondo degli adulti, genitori compresi, Trevor si ritrova presto affibbiata l'etichetta di gay. Una storia che si ripete spesso in molte scuole del nostro Paese. Per fortuna, però, nel caso di Trevor questo è solo l'inizio.

Un super arretrato, visto che tenevo d'occhio questo romanzo dalla sua uscita in lingua originale nel 2012. Scovato da Libraccio in condizioni pressochè perfette, ne ho divorate le 70 pagine nette andando al lavoro.

Trevor è una piccola spumeggiante superstar, e non potrete non adorare il suo spirito frizzante e pieno di passione.
Passione per la musica che gli piace, per il teatro e per le sue amicizie, che vive con trasporto e con intensità fino a quando non si attira quelle che sembrano solo innocue prese in giro e che finiscono per diventare bullismo vero e proprio.
Accusato di essere omosessuale e pesantemente insultato e tormentato, il tredicenne Trevor arriva a desiderare di...
James Lecesne è riuscito a rendere il turbamento, la paura, l'insicurezza di chi non solo si affaccia sul mondo non più protetto dai genitori ma deve anche capire cosa vuole e cosa prova e viene privato della possibilità di farlo senza l'esposizione al pubblico ludibrio.
È impossibile non provare il fortissimo desiderio di proteggere e coccolare Trevor, rassicurandolo sul fatto che è un ragazzo dal cuore straordinario, e che lo attende un futuro luminoso se si concederà di crederci.

Ci sono autori che scrivono romanzi di 800 pagine senza che vi sia una sola emozione genuina, e poi c'è chi in 70 pagine sa regalare al lettore un nuovo amico, Trevor, e un intero catalogo emozionale che va dal divertimento alla tristezza, dalla rabbia alla compassione.

Una nota più che positiva anche sualla doppia introduzione, quella italiana di Carlo G. Gabardini e quella originale di David Levithan, perchè davvero meritevoli di lettura e anzi, vi troverete a sottolineare qualche riga anche da quelle.

Questo romanzo è una piccola perla e se non l'avete ancora aggiunto alla vostra collezione, fatelo: non ve ne pentirete.

Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

"La ragazza del treno"... sul grande schermo!

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
Oggi parliamo di cinema, e parliamo di "La ragazza del treno" di Paula Hawkins che arriva al cinema il 3 Novembre:
Il romanzo è uscito lo scorso anno in Giugno per Piemme, e ve ne avevo proposto la recensione in anteprima.
Mi era piaciuto, e quindi sono davvero curiosa di scoprirne l'adattamento cinematografico.
Mi piace moltissimo la scelta di Emily Blunt per interpretare il ruolo di Rachel, e il trailer mi ha entusiasmata.
Ecco la locandina del film:
Ora, per prepararci a scoprire o riscoprire la storia di Rachel e di quello che ha visto/non ha visto da quel treno... Che ne dite di viaggiare con noi per qualche giorno?
Nessun assassinio in vista, tranquilli!
Anzi, oggi facciamo un bello spuntino perchè non so voi ma io in treno/aereo/auto mangiucchio sempre qualcosa.
Ecco cosa vi propongo:
Esatto, oggi prepariamo insieme il perfetto "trail mix", ovvero uno snack di frutta secca perfetto per uno spuntino non esagerato e che accontenterà sia i vegani che i vegetariani che gli onnivori (io faccio parte della terza categoria).
Vi serviranno:

Semi di girasole
Mandorle
Semi di zucca
Aglio in polvere
Cipolla in polvere
Sale marino
Pepe di Cayenna

La quantità è del tutto relativa: potete prepararne una piccola dose, giusto per lo spuntino del giorno, o riempirne un barattolo in vetro e prelevarne un po' per quattro/cinque giorni di fila.
È molto saporito, e si presta bene anche ad essere offerto durante un aperitivo.
Dosate le spezie secondo il vostro gusto, e abolite pure l'aglio o la cipolla se uno dei due non vi fa impazzire: io lo preparo spesso anche solo con sale e pepe, ed è davvero gustoso.

Ora che ci siamo rifocillati un po', possiamo proseguire il nostro viaggio!
Ed ecco dove andremo.
Non vedo l'ora di scoprire che musica ascolteremo o cosa potrà svelarci l'editor sul romanzo che ancora non sappiamo ;)

Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

martedì 25 ottobre 2016

Halloween Nails: in un campo di zucche...

Buon pomeriggio a tutte, fanciulle!
Oggi andiamo a passeggio in un campo di zucche, vi va?
Ora, non so voi, ma io non so intagliare una zucca.
Le uniche tre volte in cui ci ho provato non sono riuscita a fare un bel disegno regolare, ma di sicuro l'effetto finale era inquietante XD
Non è autunno senza zucca, ma soprattutto non è Halloween senza zucca, quindi non potevo proprio esimermi.
Anche stavolta ho usato uno smalto Astra della linea MyLaque 5Free, il numero 17 Orange Pulp.
Sto apprezzando molto questi smalti per la facilità con cui il colore si stende in modo uniforme, senza striature, e per la rapidità di asciugatura.
Odio avere le mani "bloccate" da uno smalto che non vuole saperne di asciugarsi, e con questi dopo un paio di minuti è fatta.

Ho ancora qualche colore da mostrarvi, e un paio di disegni semplicissimi da proporvi, quindi restate sintonizzate ;)

Un bacio a tutte, fanciulle!
A presto <3

Anteprima: "Rifondata sulla bellezza" di Emilio Casalini

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata all'anteprima di "Rifondata sulla bellezza" di Emilio Casalini, edito da Spino Editore (brossurato a 12€) in uscita il 28 Ottobre:
Questo libro è un viaggio, iniziato con un ebook, nato dal desiderio di capire perché l’Italia non sfrutta le grandi possibilità che ha. Il turismo è la più sana,  orida e sostenibile risorsa economica del mondo. In crescita esponenziale, ma non per noi che ci accontentiamo di vivacchiare. Il turismo è lo specchio per vedere l’Italia con occhi diversi. Anche quelli di chi ci viene a trovare, quegli stranieri stupiti dalla bellezza del nostro Paese ma annichiliti dall’incuria e dalla disorganizzazione che lo caratterizza.
Un viaggio attraverso i racconti di Paesi lontani, per capire quanto poca sia la distanza tra noi e loro. Tante piccole inchieste, fatte per capire perché il sistema-Italia non funzioni come potrebbe. Tante storie di speranza, quelle di chi prova a vincere in condizioni estreme e ci riesce. Ed in ne un pò di idee su come si potrebbe migliorare insieme, perché questo libro riguarda tutti, perché gli attori in gioco siamo noi. Prenderne coscienza è il primo passo. Cambiare il secondo. Goderne i frutti il terzo.

Vi riporto anche il breve estratto che trovate sul retro del volume, perchè credo catturi appieno lo spirito del libro:

«Dobbiamo togliere la polvere dalle mensole della nostra storia e far risplendere di luce naturale ciò che vi è sopra. Luce autentica, non artificiale. È la nostra identità. Dobbiamo esserne anche pienamente consapevoli, in modo che ci venga spontaneo raccontarlo in modo naturale e affascinante, perché è la nostra coscienza.
E infine è necessario capire che l’ospite è sacro, va trattato come noi vorremmo essere trattati. Accolto in un ambiente pulito, ordinato, come quando un ospite importante entra in casa nostra e noi sistemiamo con cura le sedie, i cuscini sul divano, laviamo i piatti,
diamo una pulita al pavimento e gettiamo la spazzatura. Eccole qui le chiavi per far funzionare il turismo: identità, coscienza e rispetto.»

Che dite, vi incuriosisce?
Credo sia un tema del quale valga assolutamente la pena discutere, perchè se c'è un paese ricco di bellezza inespressa o trascurata è proprio il nostro, e sarebbe bello invece farla emergere del tutto e prendercene cura nel modo giusto.

Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

"È l'amore che sceglie" di Jennifer Weiner

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata a "È l'amore che sceglie" di Jennifer Weiner, edito da Piemme (rilegato a 18,50€):
Rachel Blum e Andy Landis hanno solo otto anni quando si incontrano, una notte, nel corridoio di un ospedale. Nata con un difetto cardiaco, Rachel è abituata alle lunghe notti in corsia, ed è subito incuriosita da quel ragazzino che si è presentato al pronto soccorso tutto solo, con un braccio rotto. Lui le dice il suo nome. Lei gli racconta la sua storia. Poco dopo, Andy scompare nello studio del dottore, e Rachel torna alla sua stanza. Entrambi pensano che non si vedranno mai più. Poi la vita fa il suo corso: Rachel si trasferisce con la ricca famiglia in Florida, Andy continua la sua vita a Filadelfia, in un quartiere povero con una mamma sola che fa i salti mortali per crescerlo, e, negli anni, scoprirà un talento eccezionale per la corsa.
Ma il futuro ha in serbo altri piani per Andy e Rachel: perché, negli anni successivi, le loro vite si intrecceranno di nuovo, in modi che nessuno avrebbe potuto prevedere - per caso, per destino, perché a volte non siamo noi a scegliere l'amore, ma è l'amore a scegliere noi.

"Brava a letto", "A letto con Maggie", "Letto a tre piazze", "Racconti di letto", "Certe ragazze"...
Li ho letti divertendomi un mondo, e li conservo gelosamente perchè se c'è una cosa che Jennifer Weiner sa fare è scrivere d'amore, amicizia e famiglia.

La storia di Rachel e Andy è molto cinametografica: i due si incontrano, si amano, si perdono di vista, si ritrovano, si amano, si perdono di vista, si ritrovano... Più e più volte, in diverse fasi della loro vita.
La bravura dell'autrice sta nella sua capacità di trasmettere tutti i diversi tipi di amore che Rachel ed Andy provano l'una per l'altro nel corso della vita: l'infatuazione infantile, il primo amore adolescenziale, l'amore che sembra destinato a durare - e invece no, quello sembra impossibile da ritrovare - e invece forse sarà per sempre.
L'uomo e la donna che salutiamo voltando l'ultima pagina del romanzo sono molto diversi dai due bambini che si incontrano in ospedale per puro caso molti anni prima, ed è giusto così perchè la vita è crescita e soprattutto cambiamento.

Rachel da bambina è cresciuta sotto a una campana di vetro a causa delle cure particolari delle quali ha avuto bisogno - inclusi alcuni interventi chirurgici: è nata con una grave malformazione cardiaca, ed è proprio durante uno dei suoi ricoveri in ospedale che incontra Andy, arrivato con un braccio rotto in seguito a una brutta caduta.
Se Rachel ha qualche acciacco, ma per compensare ha due genitori amorevoli e una montagna di pupazzi di pezza, la situazione di Andy è invece molto diversa.
Figlio di una madre single incapace di trasmettergli l'affetto di cui avrebbe disperatamente bisogno, Andy cresce pieno di complessi e di insicurezze che nemmeno Rachel e il suo amore possono cancellare.
La vita li porta su strade diverse - la professione di assistente sociale per lei e una brillante carriera sportiva per lui - ma ben presto li porterà anche a ritrovarsi, ancora e ancora, perchè il vero amore non lo scegli: è lui che sceglie te.
Mi è piaciuto perchè in questo romanzo l'autrice ha saputo mettere davvero tutto: il difficile rapporto genitori-figli, le gioie e i dolori del primo amore, la voglia di emergere e il senso di sconforto dato dal fallimento, il desiderio di una seconda occasione, di una terza e forse anche di una quarta.
Andy e Rachel si attraggono e si respingono a fasi alterne ma non smettono mai di coltivare l'amore nel loro cuore, al punto che vorrete prenderli da parte e dirgli di smettere di litigare, fare pace e convolare a giuste nozze.
Vi commuoverete più volte, e chiuderete il romanzo sorridendo (grazie, Jennifer Weiner!) felici di aver trascorso così il vostro sabato pomeriggio.
Consigliato a chi non si stanchi mai di leggere d'amore, e di innamorarsi un po' a sua volta ad ogni lettura.

Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

lunedì 24 ottobre 2016

Anteprima: "In forma in 15" di Joe Wicks

Buon pomeriggio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata all'anteprima di "In forma in 15" di Joe Wicks, edito da Tre60 (rilegato a 18€) in uscita il 27 Ottobre:
Mangia meglio e di più, allenati di meno, perdi peso: questo in estrema sintesi è il programma che Joe Wicks, «the Body Coach», ci propone con il suo libro. Un nuovo, rivoluzionario stile di vita che combina un’alimentazione sana, fatta di ricette semplici, veloci e con una giusta calibrazione di carboidrati e proteine, con un programma di allenamento intervallato ad alta intensità (Interval Training) per bruciare il grasso in eccesso.
"In forma in 15" ci libera per sempre dallo stress e dalle limitazioni delle diete ipocaloriche e ci insegna come nutrire il nostro corpo con il cibo giusto al momento giusto, per dimagrire, costruire massa magra e tornare in splendida forma.

Joe Wicks ha totalizzato più di 7 milioni di visualizzazioni su Youtube con i suoi video, e si avvicina ogni giorno di più ai 2 milioni di "Mi piace" su Facebook.
Un seguito incredibile, un programma interessante e soprattutto accessibile anche a chi "non ho tempo", a chi "la palestra è troppo lontana" e a chi "e poi chissà quanto è complicato mangiare in quel modo!" perchè un quarto d'ora possiamo trovarlo tutti, e le sue ricette sono facili da realizzare.
Che dite, ci proviamo?

Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

Halloween Nails: si tessono ragnatele...

Buon pomeriggio a tutte, fanciulle!
Oggi parliamo di Halloween, con la prima nail-art dedicata alla notte più spaventosa dell'anno.
L'anno scorso avevo realizzato una piccola ragnatela, ma quest'anno ho deciso che dovessero esserci anche i ragni, perchè sono una delle cose che mi spaventa di più in assoluto (non solo i ragni, in effetti: se nella stanza entra un insetto, esco io XD).
Ho utilizzato due smalti "MyLaque 5Free" di Astra, nei colori 01 Milk e 45 Super Black.
Come sempre, per il disegno ho utilizzato uno stuzzicadenti perchè... perchè ancora non ho acquistato dei pennelli come si deve.
Ne cerco uno molto fine,  e per il momento non ho avuto fortuna.
Sono decisamente pronta a superare la mia fobia dei ragni ora... o almeno credo.

Un bacio a tutte, fanciulle!
A presto <3

"The Siren" di Kiera Cass [BlogTour]

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata alla mia tappa del blogtour di "The Siren" di Kiera Cass, edito da Sperling & Kupfer (rilegato a 17,90€):
Kahlen è una sirena, una meravigliosa e pericolosa creatura al servizio dell'Oceano. Ma non è sempre stato così. C'è stato un tempo in cui Kahlen era soltanto una ragazza come tutte le altre. Poi, un giorno, mentre stava annegando, l'Oceano l'ha salvata e le ha regalato una seconda possibilità. Anche se a un prezzo terribile. Per ripagare il suo debito, Kahlen infatti ha dovuto rinunciare a una vita normale e ai suoi sogni, primo fra tutti quello di amare ed essere amata, per attirare in acque mortali, con il suo canto letale e ammaliatore, altri esseri umani. Per cento anni. Solo allo scadere di questo tempo, potrà finalmente tornare a parlare, ridere e vivere liberamente. Fino ad allora una sua parola sarà sufficiente a uccidere un uomo. Così, quando un giorno incontra Akinli, Kahlen sa bene che legarsi a lui è l'errore peggiore che possa fare. Innamorarsi di un essere umano infrange tutte le regole dell'Oceano. Ma Akinli, gentile, premuroso e bellissimo, è il ragazzo che ha sempre sognato. Quanto sarà disposta a rischiare per seguire il suo cuore?

Ho letto la storia di kahlen e Akinli in una notte, sul mio cellulare, e sì, si vede che era il primo lavoro dell'autrice, ma mi ha emozionata molto ugualmente.
Il personaggio di Kahlen funziona, quello di Akinli è adorabile, e Oceano è una voce femminile conturbante e possessiva, che da un lato resta sullo sfondo ma dall'altro minaccia disastri a capitoli alterni.
Mi è piaciuto il modo in cui l'autrice ha sviluppato il tema delle sirene, ma lo approfondiremo nella recensione che andrà online questa settimana.
Aspettavo l'arrivo di "The Siren" con ansia, e non vedo l'ora di avere tra le mani il libro, ma nel frattempo ho ammirato abbastanza la copertina da pensare "sarebbe bello per un giorno avere un aspetto così... principesco".
Abito lungo, elegante, con qualche balza o altre decorazioni.
E per fortuna è possibile farlo senza spendere una fortuna!
H&M, in chiffon: 79,99€
Quest'abito è tutto una ruche, rosa chiaro e morbidissimo.
Le spalline si possono staccare e ottenere una bella linea pulita da impreziosire con una collana.
Lungo fino ai piedi, è davvero perfetto per una serata da principessa.
H&M: 29,90€
Abbinerei una scarpa simile a questa, in linea con il trend metal che mi piace da morire, e con un tacco sottile ma non troppo alto (se no quelle passeggiate al chiaro di luna, mano nella mano, chi le fa?).
H&M, in chiffon: 59,99€
Il bellissimo color turchese (che associo da sempre alle sirene, tra l'altro) del titolo del libro mi ha fatto optare per questo, anch'esso lungo fino ai piedi ma con delle splendide pieghe e un corpetto che adoro.
Meno costoso del precedente, e decisamente il vestito che sceglierei per una serata romantica insieme a un ragazzo strepitoso come Akinli.
E visto che al turchese adoro accostare l'oro, ecco le scarpe che sceglierei:
H&M: 29,99€
Di solito non amo il mix di oro e argento, ma su questi sandali funziona.
Il tacco è più alto ma è anche più spesso, e questo li rende confortevoli.

E ora pensiamo all'acconciatura!
Ora, so che la ragazza sulla copertina non ha assolutamente nulla in testa, ma non vorrete mica passare la vostra serata da principesse in abito lungo e tacchi scintillanti senza un gioiello a decorare quegli splendidi boccoli, giusto?
Giusto.
Accessorize: 12,90€
Ebbene sì, ragazze: una tiara. A meno di 20€.
Perfetta eor quell'acconciatura, e se invece voleste optare per il pettinino che fissi i capelli dietro la nuca, ecco cosa fa per voi:
Accessorize: 19,90€
Questo mi piace moltissimo, e non escludo di acquistarlo per me.
Sapevo che preparare questo post sarebbe stato disastroso per le mie finanze.

Ma veniamo a noi!
Ci sono due copie cartacee di "The Siren" di Kiera Cass che cercano disperatamente una nuova casa, e come fare ad adottarne una? È semplicissimo!

1) Iscriviti a tutti i blog partecipanti
2) Commenta tutte le tappe del blogtour, lasciando un indirizzo email al quale poterti eventualmente contattare
3) Metti "Mi piace" alla pagina Facebook di Sperling & Kupfer

Facoltativo: metti "Mi piace" alla pagina Facebook dei blog partecipanti (trovi la mia qui) e condividi le tappe sul social che preferisci ;)

a Rafflecopter giveaway Per non perdere nemmeno una tappa, seguite il nostro calendario:
Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

"Nothing More - Dopo di lei" di Anna Todd

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata a “Nothing More - Dopo di lei” di Anna Todd, edito da Sperling & Kupfer (rilegato a 17,90€) in uscita il 25 Ottobre:
Nessuno è davvero innocente. Nemmeno Landon, il bravo ragazzo. New York, con i suoi grattacieli vertiginosi e la vita frenetica, è forse l'ultimo posto al mondo in cui Landon Gibson avrebbe immaginato se stesso. Eppure, quando la sua ragazza di sempre, Dakota, si trasferisce lì per studiare danza, decide di seguirla. Una nuova vita lo aspetta nella città che non dorme mai. Insieme però a un'amara sorpresa. Poco dopo il suo arrivo, infatti, Dakota rompe con lui. Per Landon è una doccia fredda. Ha sempre pensato che New York sarebbe stato l'inizio del suo futuro, non certo la fine del suo passato. Mentre ora deve trovare la forza di ricominciare, dopo di lei. Per fortuna al suo fianco c'è Tessa, la sua migliore amica. Insieme condividono un minuscolo appartamento a Brooklyn e... il cuore spezzato. Anche se impacciato e un po' ingenuo, Landon è però bello, gentile, atletico e divertente, e non passa molto prima che nuovi occhi femminili si posino su di lui. Molte sorprese attendono il suo cuore. Ma trovare la propria strada non sarà facile perché l'amore, a volte, è un vero casino. Messo alla prova, Landon saprà confermarsi il bravo ragazzo, fedele, serio e perfetto, il "marito ideale" che tutti credono?

Ho seguito l’amore tormentato e litigioso di Hardin e Tessa volume dopo volume, ma nel cuore ero una fan del bravo ragazzo Landon ed ero quindi molto curiosa di scoprire la sua storia.

Landon si trasferisce a New York per seguire la fidanzata storica Dakota… per essere poi lasciato subito prima del suddetto trasferimento.
Si trova quindi a vivere lontano da casa e dalla sua famiglia, insieme a Tessa, e a dover capire cosa vuole dalla vita dopo che i suoi piani che sembravano così scolpiti nella pietra sono saltati.
Lavora in una caffetteria part-time e frequenta il college, e conduce una vita nel complesso abbastanza noiosa, priva di sbalzi o grandi emozioni… fino a quando non conosce Nora.
E qui al bravo ragazzo succede una cosa splendida: ogni suo interruttore nascosto si accende, facendogli provare verso la ragazza un desiderio che gli appare quasi incomprensibile.
Com’è possibile che basti un bacio di Nora a stravolgerlo così?
E com’è possibile che gli basti guardare le sue curve, o il modo in cui il tessuto di ogni indumento sembra accarezzare il suo corpo, o le sue labbra dischiuse, per desiderare solo di avere la spavalderia necessaria a sollevarla di peso e portarla in camera da letto?
Landon non ha mai provato nulla del genere, nemmeno per Dakota, ma nonostante questo quando la sua ex riappare all’orizzonte reclamando la sua attenzione non riesce a negarsi, non del tutto.
Quando è con Nora si preoccupa per Dakota, ma quando è con Dakota non riesce a smettere di pensare a Nora: riuscirà a schiarirsi le idee e a capire cosa vuole davvero, prima che sia troppo tardi?
Il sottotitolo di questo romanzo potrebbe essere #LandonUnoDiNoi, perchè mai personaggio fu più realistico del suo.
Landon è una persona tranquilla, posata, piena di dubbi, mediamente insicura del suo aspetto, abbastanza goffa e soprattutto GENTILE.
Gentile al punto che spesso chi gli sta intorno tende ad approfittarsene o a non trovarlo abbastanza “coinvolto”, quando la verità è che, semplicemente, per lui non ha senso infiammarsi per ogni cosa o comportarsi da troglodita per affermare la sua posizione.
Le uniche cose a farlo davvero infuriare sono quelle che non può cambiare: vive ancora con dolore il ricordo di Carter, l’amico mancato anni prima, e delle violenze che subiva dal padre alcolista, violenze dalle quali nessuno è riuscito a proteggerlo.

Se le paure di Hardin derivavano da un’infanzia infelice e dalla mancanza di una figura paterna, quelle di Landon derivano dal fatto di non essere mai stato considerato veramente attraente da nessuno, e di non essere mai stato in grado di farsi molti amici.
Ha un rapporto molto bello con la madre Karen, ma è ovvio che a 20 anni non gli basti più.

È impossibile leggere il libro senza sviluppare una profonda antipatia per Dakota, così come è impossibile non sviluppare una certa curiosità nei confronti di Nora.
Una ragazza dal carattere deciso, che affascina Landon da subito e che gli regala il bacio più conturbante della sua vita: sarà lei la futura sposa di Landon, o scopriremo la sua identità in "Nothing More - Cuori confusi" (in uscita il 22 Novembre)?

Mi è piaciuto scoprire cosa si nasconde nel cuore e nella mente di Landon, e la sua storia mi ha regalato un sabato pomeriggio davvero piacevole, oltre a lasciarmi tanta curiosità sul seguito.
Per fortuna dobbiamo aspettare solo un mese!
E stavolta c'è qualcosa di molto carino che aspetta i lettori che acquisteranno il volume domani:
Nelle librerie aderenti, presentando l'apposita cartolina compilata, ai primi che acquisteranno la loro copia di "Nothing More - Dopo di lei" verrà consegnata anche questa maglietta dedicata alla serie!
Trovate qui la lista di librerie aderenti e la cartolina da scaricare e stampare a casa: non perdete quest'occasione!
Landon vi aspetta ;)

Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

venerdì 21 ottobre 2016

"Oblivion 3: Opal attraverso gli occhi di Daemon" di Jennifer L. Armentrout [BlogTour]

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata alla mia tappa del blogtour di "Oblivion 3: Opal attraverso gli occhi di Daemon" di Jennifer L. Armentrout, edito Giunti (rilegato a 12€) in uscita il 26 ottobre:
L’alieno più sexy mai sceso sulla Terra questa volta deve combattere contro qualcosa di molto più grande di lui per proteggere la sua famiglia da un pericolo più che reale. Ma Daemon non è solo, lui e Katy sono diventati inscindibili e questo significa che dovrà soprattutto proteggere la sua amata. 
Trame oscure ed esperimenti segreti coinvolgono il Dipartimento della Difesa e un’organizzazione spietata, Dedalo, che ha imprigionato Dawson per anni e continua a tenere rinchiuso qualcuno che gli sta particolarmente a cuore. Per annientare l’organizzazione e salvare gli ibridi, bisogna allearsi con coloro che un tempo erano nemici. In gioco ci sono le loro vite, soprattutto quella di Katy. È necessario tornare nell’oscurità per rivedere la luce e salvare due mondi da conseguenze disastrose. Il coraggio e l’amore che uniscono le coppie umano-aliene sono così potenti da sfidare questa terribile minaccia. 
In un susseguirsi di colpi di scena, che vissuti direttamente da Daemon acquistano una luce del tutto inedita, si conclude questa avventura di proporzioni galattiche. 
L’ultimo episodio di "Oblivion" è un personale e appassionato addio di Daemon Black, che ve lo farà amare ancora di più.

Ho avuto l'opportunità di intervistare Jennifer L. Armentrout e farle qualche domanda sui personaggi della serie, sulla scrittura e sulla lettura, e spero davvero che la leggerete con piacere perchè per me è stata un'emozione pensare di poterla intervistare!

Quanto è stato difficile per te inserire - a partire dal quarto libro - il POV di Daemon, e cosa ti ha fatto decidere di riscrivere i primi tre libri dandogli così una voce sin dall'ainizio della storia?
Credo che scrivere dal POV di Daemon sia stato divertente per via del suo carattere. Ho amato scrivere ogni sua scena, sia in "Origin" che in "Opposition", e quindi era molto eccitante per me riscrivere i primi tre capitoli della serie dandogli una voce.
È stata una decisione presa pensando ai miei lettori, che lo volevano sin dall'inizio, e che hanno sempre supportato la serie in un modo che mai avrei potuto immaginare.

Parlando della serie LUX, quali sono i tuoi personaggi preferiti - sia uno maschile che uno femminile? E negli altri tuoi romanzi?
È davvero difficile scegliere! Però ci sono personaggi dei quali mi è piaciuto moltissimo scrivere, come quello di Luc nella serie LUX. Tink è il mio personaggio preferito nella trilogia Wicked (da noi è uscito "Lontano da te" per Nord, ndr), e mi è piaciuto moltissimo scrivere di Roth nella trilogia The Dark Elements (edita harperCollins Italia, ndr).

Sei capace di spaziare dal genere New Adult ai romanzi Young Adult, passando per il Paranormal Romance. Come ti prepari ad affrontare ognuno di questi generi, e quanto è diverso in termini di ricerca/organizzazione?
Se la mia pinificazione me lo consente, mi piace alternare i generi tra un libro e l'altro. Dopo un romanzo paranormal per giovani adulti, per esempio, scriverei volentieri un romanzo NA.
Come mi preparo e come organizzo la mia ricerca dipende più dall'argomento del romanzo, che non dal genere.

Parliamo delle tue abitudini di scrittura. Quando, dove e come scrivi di solito? Ti affidi molto alla pianificazione e alla stesura di canovacci, o il tuo metodo si basa più sul seguire l'ispirazione del momento?
Quando scrivo ho bisogno di un rumore di sottofondo: a volte ascolto musica, ma di solito ho semplicemente la TV accesa a basso volume.
Quando faccio una pausa, mi concedo delle vere e proprie maratone di "Supernatural" o "The Walking Dead".

Hai un romanzo, tra tutti quelli che hai scritto, che ti è particolarmente caro? Perchè?
"Tra due mondi" (edito HarperCollins Italia, ndr) è stato il primo romanzo che ho pubblicato, quindi resta un libro speciale.

Scrivere è sempre stato il tuo piano A, o desideravi diventare qualcosa di diverso da una scrittrice quando eri più giovane?
Penso di aver sempre voluto essere una scrittrice, ma non ero sicura di poterlo fare di mestiere. Ho iniziato a dedicarmici seriamente e a tempo prino solo pochi anni fa.

Sei un'autrice molto prolifica, ma mi chiedevo se fossi anche un'avida lettrice. C'è un libro che hai particolarmente amato che ti sentiresti di consigliare?
Di recente ho letto i primi due volumi della serie The Royals di Erin Watt (ovvero "Paper Princess" e "Broken Prince", che arriveranno in Italia nel 2017 con Sperling&Kupfer, ndr) e li consiglierei ai lettori perchè mi sono piaciuti davvero molto!
Bello il nuovo volume, vero?
Sarà in libreria dal 26 Ottobre, ma pensate un po', c'è una copia cartacea che aspetta solo di essere adottata da uno di voi!
Come fare a darle una nuova casa? È sufficiente:

1) Diventare lettore fisso/iscriversi ai blog partecipanti;
2) Commentare ogni tappa, lasciando nel form sotto la vostra email;
3) Condividere le tappe sul social che preferite;
4) mettere "Mi piace" alla pagina Facebook di Giunti Editore

Avete tempo fino al 27/10/2016.

a Rafflecopter giveaway Per non perdere nemmeno una tappa, seguite il nostro calendario:
Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

"Non so chi sei, ma io sono qui" di Becky Albertalli [BlogTour]

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata alla mia tappa del blogtour di "Non so chi sei, ma io sono qui" di Becky Albertalli, edito Mondadori (rilegato a 17€):
Simon ha diciassette anni e un amore segreto per Blu, un ragazzo conosciuto on line con cui intrattiene un'intensa, tenera corrispondenza. Il loro rapporto è al sicuro finché un'email non finisce nelle mani sbagliate: quelle di Martin, il bullo della scuola, che ora minaccia di rivelare a tutti lo scoop dell'anno… a meno che Simon non l'aiuti a conquistare Abby, la ragazza di cui è innamorato ma che non lo degna di uno sguardo. Per proteggere il suo amore, Simon dovrà affrontare per la prima volta la paura di uscire dal guscio che ha costruito intorno a sé, trovando il coraggio di rinunciare alle proprie sicurezze per fare spazio alla bellezza e alla libertà di essere se stessi. Email dopo email, il sentimento per Blu cresce, e così la voglia di conoscersi e di far conoscere agli altri chi è davvero.

Ho recensito il romanzo per voi qui, e chi ha già letto sa quanto io l'abbia amato.
È un romanzo straordinario, capace di parlare di primo amore e di omosessualità proprio a chi ha bisogno di sentirsene parlare: i ragazzi più giovani.
L'omosessualità è un tema che ancora spaventa, ed è un tema del quale ancora non si sa bene come parlare, ma trovo che Becky Albertalli abbia trovato un modo davvero unico e speciale di farlo.
Detto questo, veniamo a ciò che ho pensato per voi per questa tappa del blogtour!
Ognuno di noi ha pensato a una lettera indirizzata a Simon dedicata a un tema che ci stesse particolarmente a cuore, e quindi ecco qui la mia!

Caro Simon, 
hai diciassette anni, quindi ci saranno giorni in cui proprio non ti piaci.
Ti immagino davanti allo specchio, intento a scrutarti quei capelli che un giorno ti sembreranno troppo corti e quello dopo troppo lunghi. O magari saranno le tue spalle a darti qualche pensiero: non saranno mica troppo esili? Ma come fanno gli altri ragazzi ad avere tutti quei muscoli?
Nelle giornate davvero buie, persino le tue orecchie finiranno per darti sui nervi.
Quello che voglio dirti, Simon, è che tutto ciò è perfettamente normale.

Quando avevo 17 anni ero una persona goffa, introversa, molto timida e profondamente insicura.
Non avevo nulla in comune con chi mi stava attorno, e anche se il termine "bullismo" si è diffuso dopo adesso ho la consapevolezza che ciò che mi è stato detto e fatto e la cattiveria con il quale è stato fatto per cinque (lunghissimi) anni rientra in questa categoria.
Ma la vuoi sapere una cosa?
In me non c'era assolutamente nulla che non andasse, così come non c'è in te.
I tuoi capelli sono a posto, le tue spalle sono a posto, anche le tue orecchie non sono niente male.

È facile concentrarsi su ciò che di noi non ci piace o ci fa sentire insicuri, ma perchè invece non provare a sentirci fieri di ciò che invece ci rende speciali?
Se è così difficile farlo, è anche perchè veniamo cresciuti con l'idea che l'autocelebrazione sia sinonimo di vanteria, e il risultato è che ci sembra quasi doveroso sminuirci: corriamo una maratona, e se ci fanno i complimenti diciamo, a testa bassa, "ma cosa vuoi che sia...".
Abbiamo corso una maratona, Simon! È una grandissima conquista!
Perciò, d'ora in avanti, ogni volta che senti di aver fatto un passo avanti nella giusta direzione, o di aver fatto un progresso importante, fermati e assaporalo.
Lancia anche dei coriandoli immaginari, concediti una piccola danza della vittoria e sorridi, Simon.
Sorridi sempre, e non dimenticare mai che tu, proprio tu, sei straordinario.

Con amore,
Eli

Chi scriverà mai le altre lettere a Simon?
Potete leggerle tutte seguendo il nostro calendario:
Vi consiglio FORTEMENTE la lettura della storia di Simon e Blu, perchè il romanzo di Becky Albertalli è davvero unico e straordinario.
Proprio come voi.

Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

giovedì 20 ottobre 2016

"Il libro di Charlotte" di R.J. Palacio, e partecipate al nostro Wonder Party!

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata a "Il libro di Charlotte" di R.J. Palacio, edito da Giunti (brossurato a 10€):
Charlotte, insieme ad altri due studenti, è stata scelta per dare il benvenuto ad Auggie nella nuova scuola. Il suo sogno è di diventare una star della danza, anche se è una ragazzina un po' insicura, ed è combattuta tra la lealtà verso Auggie e il desiderio di poter entrare nel gruppo delle ragazze popolari. Ma, quando inizia la guerra tra i sostenitori del nuovo arrivato e quelli che lo vorrebbero cacciare, non ha dubbi: è lei a passare a Jack la lista di "chi sta con chi". Perché in nome dell'amicizia, prima o poi bisogna essere capaci di prendere posizione...

Aspettavo con ansia la terza ed ultima novella della serie, e ora che il mondo di Wonder è al completo  perchè non festeggiare tutti insieme? Magari con una bella festa!
"Wonder" di R.J. Palacio è uno dei libri più belli letti lo scorso anno, e non mi sono fatta mancare nulla: oltre a quello ho letto le tre novelle e il libro inedito in Italia "365 Days of Wonder", che contiene 365 citazioni, una per ogni giorno.
Quelli che il professore di Auggie, Julian e Charlotte chiama "i loro precetti".
Vogliamo farvi scorpire i precetti di ogni personaggio, perchè sono un insegnamento valido per tutti.
E proprio a questo proposito, ecco il precetto di Julian:
Vi ricordate la sua novella, "Il libro di Julian"? Ve ne avevo parlato qui.
Julian è il ragazzino che diventa il bullo di Auggie, ma che abbiamo avuto modo di conoscere meglio (e di odiare meno) subito dopo la lettura di "Wonder".
E come lui, tutti abbiamo una nostra frase, una citazione o il verso di una canzone che ci ispira e ci motiva, e io devo ammetterlo: ci ho messo un sacco a scegliere la mia.
E probabilmente ne ho scelta una stupidissima, che non potremmo nemmeno considerare un vero e proprio precetto, ma non importa perchè mi descrive appieno:

"Sii gentile e abbi coraggio."

Che probabilmente per la maggior parte di voi viene dal film "Cenerentola", ma che in realtà è una frase presente nel "Diario" di Anna Frank.
L'ho letto in quinta elementare e da allora non so quante volte l'ho ripreso in mano, sfogliandolo e rileggendone paragrafi in cerca di ispirazione.
Non potevo non scegliere questa frase, e non potevo non partecipare a questo Wonder Party!
Ecco dove troverete gli altri precetti:
Se vi va scrivetemi il vostro nei commenti ;)
Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

"La musica del nostro amore" di Kristen Proby [BlogTour]

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata alla mia tappa del blogtour di "La musica del nostro amore" di Kristen Proby, edito da HarperCollins Italia (rilegato a 14,90€):
"Seduction" sta diventando il ristorante più frequentato di tutta Portland e Addison Wade è fiera di potersi prendere la sua parte di merito. Insieme alle sue quattro socie ha tutto l'interesse a far sì che il locale sia un successo ed è convinta che il modo migliore per attirare nuovi clienti sia offrire loro musica dal vivo. Il nome su cui puntare potrebbe essere Jake Keller. È vero che l'ex rockstar è fuori dal giro da qualche anno, ma la sua fama di artista è ancora intatta, e a quella di cattivo soggetto non ha mai smesso di lavorarci. Addie decide di rischiare, pur sapendo che non sarà facile gestirlo. Lavorare a stretto contatto con un tipo così carismatico e imprevedibile metterà a dura prova il suo autocontrollo, anche perché lei ha sempre avuto un debole per il magnetico musicista. Ma Jake ha un dono raro per la musica, e la buona riuscita di Seduction ha la precedenza su tutto. Così Addie chiude gli occhi, fa un bel respiro e sceglie di ascoltare il proprio cuore...

Vi ho recensito il romanzo qui, e nel post trovate anche la playlist con tutte, proprio tutte le canzoni e gli artisti citati dall'autrice che potete così ascoltare (e spero apprezzare: ci sono davvero delle belle canzoni!).
Oggi invece voglio parlarvi di quella che non solo è una delle socie del "Seduction" e una delle migliori amiche di Addison, ma che sarà anche la protagonista del secondo volume della serie: Cami.
O meglio Camilla LaRue.

Di Cami sappiamo che è il direttore finanziario del "Seduction", il ristorante che gestisce insieme alle amiche del cuore (e socie migliori del mondo, aggiungerei).
Preparatissima e super efficiente sul lavoro, ha però qualche grattacapo quando si parla della sua vita privata: il suo matrimonio con Brian è naufragato e il senso di colpa per non essere stata la donna giusta per lui (un uomo dolce, intelligente e che ha provato in ogni modo a renderla felice) la porta addirittura a pensare che forse dovrebbe aiutarlo a trovare una nuova compagna.
Perchè senso di colpa, chiedete voi?
Perchè se il suo matrimonio è fallito un motivo c'è, eccome.
Cami è, sin da quando aveva cinque anni, innamorata persa di Landon Palazzo, il fratello di Mia (altra socia del "Seduction: ve ne parlerà Rosalba!): nessun uomo è mai riuscito a farle dimenticare gli occhi, i capelli e il sorriso di colui che sembra considerarla una specie di sorella acquisita.
Come fare a fargli capire che Cami vorrebbe molto, molto di più?

Cami e Landon vivono una storia tutta loro in "Close To You", secondo volume della serie uscito ad Agosto 2016, ma ora vogliamo che uno di voi possa scoprire la storia di Addison e Jake, dove tutto ha inizio!
Come fare ad adottare una copia digitale del romanzo?
Come sempre, è sufficiente essere iscritti ai blog partecipanti, commentare tutte le tappe e mettere "Mi piace" sia alle pagine Facebook dei vari blog (trovate la mia qui) sia alla pagina Facebook di HarperCollins Italia.
Compilate il modulo qui sotto, premurandovi di lasciare un indirizzo mail al quale potervi contattare:

a Rafflecopter giveaway Per non perdere nemmeno una tappa seguite il nostro calendario:
Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

mercoledì 19 ottobre 2016

"Fangirl" di Rainbow Rowell

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata a "Fangirl" di Rainbow Rowell, edito da Piemme (rilegato a 17€):
Approdata all'università, dove la sua gemella Wren vuole solo divertirsi tra party, alcool e ragazzi, la timidissima Cath si trova sola per la prima volta e si rinchiude nella sua stanza a scrivere la fanfiction di cui migliaia di fan attendono il seguito. Ma una compagna di stanza scontrosa con il suo ragazzo carino che le sta sempre intorno, una professoressa di scrittura creativa che pensa che le fanfiction siano solo un plagio, e un affascinante aspirante scrittore che vuole lavorare con lei, obbligheranno Cath ad affrontare la sua nuova vita...

Bello, bello, bello!
E molto atteso, anche: dell'arrivo di "Fangirl" in Italia si è parlato per mesi, e un motivo c'è.
Assolutamente.

Cath nella vita è sempre stata la sorella più timida, più introversa e meno avventurosa di Wren.
Due gemelle decisamente diverse, ma a Cath va bene così, perchè le due condividono una grandissima passione: quella per Simon Snow, maghetto protagonista di una famosissima serie di romanzi al quale le due sorelle hanno dedicato una fanfiction di grande successo.
Tutto nella loro storia ruota attorno alla storia d'amore mai ufficialmente dichiarata tra Simon e il suo aminemico, Baz, e hanno uno stuolo di fan e di lettori che divora con entusiasmo il lavoro di Cath e Wren.

Solo che poi inizia il college, e Wren decide che non vuole più essere solo la sorella di Cath: vuole nuovi stimoli, nuove amicizie, e soprattutto vuole una compagna di stanza che non sia la sorellina che conosce da sempre.
È così che Cath si trova a dividere la stanza con Reagan, a conoscere il suo curioso e interessante amico Levi, e a portare avanti da sola la storia di Simon Snow.
Aggiungete a tutto questo il fatto che le due sorelle si trovano a gestire un padre che tende un po' troppo pericolosamente all'esaurimento nervoso e una madre desaparecida e ora riapparsa, e soprattutto il fatto che Cath potrebbe trovarsi a vivere un amore tutto suo in prima persona...
Credit: Noelle Stevenson
Questo romanzo è strepitoso, e per tre motivi.
Il primo è che quella che abbiamo di fronte è una dolcissima storia di crescita, di acquisto della consapevolezza di sè e della propria identità.
Cath impara a vivere le cose in prima eprsona, oltre che scriverne sul suo computer, e a prendere in mano la situazione quando serve. Diventa una giovane donna, e soprattutto impara che può essere tanto altro oltre alla sorella di Wren.
Per Cath e levi è impossibile non fare il tifo sin da subito, perchè lui è la persona più gentile che si possa immaginare, oltre ad essere carino e a pendere dalle labbra della ragazza...
Cosa potrebbe volere di più la fan più sfegatata di Simon Snow di un compagno che adori sentirsi leggere la sua fanfiction ad alta voce?
Il secondo è che Rainbow Rowell affronta, seppur nel contesto di un romanzo leggero e frizzante, temi importanti come quello dell'abbandono da parte di un genitore e della ricerca di una propria identità. Sono cose delle quali non è facile parlare a qualcuno di molto giovane, eppure è proprio in quell'età che si ha bisogno di essere aiutati a superare il dolore dell'abbandono o l'insicurezza data dal non sapere chi si è o chi si diventerà. Rainbow Rowell ci riesce, e molto bene.
Infine, la forma.
Questo romanzo non solo è arricchito da brani tratti dall'immaginaria saga sui maghi tanto amata da Cath, ma anche da brani della fanfiction scritta da Cath e dalla sorella: l'autrice si è cimentata con tre diversi stili rendendo questo romanzo davvero unico.
È uno dei tre romanzi YA migliori che io abbia letto quest'anno, e non posso fare a meno di consigliarlo, consigliarlo, consigliarlo.
Consigliarlo perchè i dialoghi sono spumeggianti e veloci come nella migliore delle sit-com, consigliarlo perchè si parla di sorelle e del loro legame speciale, consigliarlo perchè tutti abbiamo qualcosa che amiamo tanto quanto Cath ama Simon Snow, e se non l'abbiamo allora è il momento di trovarlo.
Colgo anche l'occasione di ringraziare Roberta per avermi coinvolta nel BlogTour del romanzo, perchè immaginare la giornata tipo di una fangirl mi è piaciuto da matti e perchè spero ne sia uscito qualcosa di divertente: potete leggerla qui, se vi va ;)

Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3