mercoledì 19 aprile 2017

"Driven - Travolti dal sentimento" di K. Bromberg

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata a "Driven - Travolti dal sentimento" di K. Bromberg, edito Fabbri Editori (brossurato a 16,90€):
Amare Colton è come guidare una Ferrari a fari spenti nella notte. E Rylee lo sa, nel profondo sente che lui non è l'uomo giusto: troppo famoso, troppo bello, troppo fuori controllo. Stargli accanto, infatti, significa vivere secondo folli regole e scendere a compromessi su questioni fondamentali come fedeltà e fiducia. Due parole che non sembrano proprio rientrare nel suo vocabolario. Eppure decide di abbandonarsi alla passione e a quei momenti di feroce desiderio che sono diventati la sua droga. Una droga che è stata persino capace di offuscare il ricordo del suo grande amore Max, scomparso tragicamente. Ma quando un giorno dice l'unica cosa che Colton non avrebbe mai voluto sentire, la rottura è inevitabile e il dolore che le provoca lancinante. A Rylee non resta allora che augurarsi di non incontrarlo mai più. Le loro strade, però, sono destinate a incrociarsi nuovamente...

Ho letto durante le vacanze di Natale "Driven - Guidati dalla passione", e mi è piaciuto parecchio: ero curiosissima di scoprire il seguito, ed ecco che approfittando di un sabato sera pigro e casalingo ho recuperato anche la lettura del seguito.

Colton e Rylee sono più appassionati che mai, e non c'è bacio che non sfoci in un'effusione al calor bianco. poco importa se in privato o in pubblico.
Colton è il tipo d'uomo per cui mai avrebbe pensato di poter provare qualcosa, eppure neanche Rylee può negare l'evidenza: riesce a farla sentire viva come nessuno prima.
Il dolore per la perdita di Max è sempre presente, ma ora nel suo cuore c'è posto anche per un nuovo sentimento, quello con la lettera A che terrorizza a morte l'affascinante pilota.
In questo secondo volume il passato oscuro di Colton viene definitivamente allo scoperto, e quella che poteva essere solo un'infanzia difficile si rivela ben presto al lettore come qualcosa di terrificante.
Non è facile per lui adattarsi a quella che sta diventando una vera relazione, e non è facile per Rylee sentirsi veramente voluta da Colton quando lui sembra essere incapace di dirglielo....
Ragazzi, che lettura!
Posso dire di averlo davvero divorato, questo: l'ho iniziato al momento di andare a letto, e mi sono trovata sveglia alle tre di notte con il libro terminato in mano.
Non chiedetemi eprchè, in piena frenesia da Tempo di Libri, io mi sia messa a leggere un arretrato: è stata una decisione impulsiva, dopo mesi che i volumi di questa serie mi fissavano dalla libreria.

Ho apprezzato moltissimo avere tante pagine dal POV di Colton, e di poter entrare nella sua mente e nel suo cuore, scoprendone dolori e paure.
Certi passaggi mi hanno stretto il cuore ed emozionata moltissimo.
Per Colton le cose si fanno parecchio intense, ed è anche per questo che, mio malgrado, stavolta boccio Rylee senza possibilità di appello.
L'ho trovata egocentrica, superficiale e anche parecchio stupida.
Una persona che di professione si occupa di ragazzi che hanno subito violenze di fatto capirebbe subito la situazione di Colton, soprattutto quando ancora un po' glielo dice pure il lattaio che sì, ha avuto un'infanzia dura.
Per non parlare poi del suo lamentarsi della mancanza di fiducia di Colton nei suoi confronti per poi credere a qualsiasi idiozia detta da chiunque invece che a lui.
#PiùColtonPerTutte ma meno Rylee, insomma.

K. Bromberg rende impossibile non leggere il terzo volume, dopo QUEL finale al cardiopalmo che ci fa temere davvero il peggio. Non si fa!
Va da sè che ho iniziato immediatamente a leggere "Driven - Vinti dall'amore", e sono già a pagina 129. Ve ne parlerò presto, a quanto pare ;)

Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

Nessun commento :

Posta un commento